BANDO PUBBLICO DI MOBILITA NEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELL'UNIONE BASSA EST PARMENSE LIMITATAMENTE AI COMUNI DI SORBOLO E DI MEZZANI

BANDO PUBBLICO DI MOBILITA NEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELL'UNIONE BASSA EST PARMENSE LIMITATAMENTE AI COMUNI DI SORBOLO E DI MEZZANI

            È indetto un bando per la mobilità negli alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.), dell’Unione Bassa Est Parmense, per i Comuni di Sorbolo e di Mezzani, ai sensi e per gli effetti del Regolamento per la mobilità negli alloggi di edilizia residenziale pubblica, approvato con deliberazione del Consiglio dell’Unione n. 42 del 26/09/2002, esecutiva, modificata ed integrata con deliberazione del Consiglio dell’Unione n. 12 del 28/03/2017,  esecutiva, in attuazione della Legge Regionale Regione Emilia-Romagna n. 24 dell’8 agosto 2001, e successive modificazioni ed integrazioni.

            1. REQUISISTI DI AMMISSIONE ALLA DOMANDA

            1. A norma dell’art. 28, della L.R. 8 agosto 2001, n. 24 e successive modificazioni e integrazioni e del Regolamento dell’Unione Bassa Est Parmense, possono partecipare al presente bando gli assegnatari che risultano essere titolari di un contratto di alloggi di E.R.P. ubicati nei suddetti Comuni, con assegnazione definitiva.

            2. La mobilità è disposta a favore di tutti coloro che risultano essere regolari componenti del nucleo assegnatario. Si precisa, pertanto, che sia ai fini dell’attribuzione dei punteggi sia al fine della definizione dello standard abitativo dell’alloggio, non saranno considerati:

  • gli ospiti di cui all’art. 27, comma 3, della L.R. 8 agosto 2001, n. 24 e successive modificazioni ed integrazioni (ospitalità temporanea e coabitazione);
  • coloro che non sono ancora entrati a far parte del nucleo familiare ai sensi dell’art. 27, comma 1, della L.R. 8 agosto 2001, n. 24 e successive modificazioni ed integrazioni (Stabile convivenza).
  •  
  • 2. CONDIZIONI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO:

            1. Il richiedente deve:

  • a) essere in regola con il pagamento dei canoni di locazione e delle spese accessorie;
  • b) aver rispettato le norme contenute nel Regolamento d’uso degli alloggi e nel Contratto di locazione.

            2. I requisiti suindicati devono sussistere al momento della presentazione della domanda e al momento della verifica, prima del cambio alloggio.

            3. Il possesso dei requisiti sarà accertato dalla Commissione per la valutazione delle domande di cambio alloggio, di cui all’art. 7 del menzionato Regolamento per la mobilità negli alloggi di E.R.P., operante presso l’Acer di Parma.

            4. La Commissione formulerà la graduatoria degli aspiranti al cambio sulla base delle motivazioni dichiarate nella domanda, debitamente documentate, e dei relativi punteggi attribuiti, ai sensi dell’art. 5 del predetto Regolamento.

 

            3. MODALITÀ PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

                1. La domanda di cambio alloggio, redatta su apposito modulo predisposto dall’Azienda Casa Emilia-Romagna (ACER PARMA), deve contenere le motivazioni della richiesta, i dati anagrafici del nucleo familiare ed essere corredata dall’eventuale documentazione occorrente a comprovare le motivazioni e le condizioni che s’intendono far valere.

            2. Il modulo di partecipazione, ritirabile presso gli uffici Acer o scaricabile dal sito www.aziendacasapr.it, dovrà essere consegnato direttamente dall’assegnatario, che firmerà la domanda in presenza del funzionario, presso la sede dell’Acer di Parma di Vicolo Grossardi, 16/A oppure spedito tramite posta, allegando la fotocopia di un documento d’identità valido dell’assegnatario, a partire dal 22 gennaio 2018 ed improrogabilmente entro il 21 febbraio 2018.

            3. Anche nel caso in cui la domanda venga consegnata da terze persone è necessario allegare la fotocopia di un documento d’identità valido dell’assegnatario.

            4. Saranno considerate nulle ed inefficaci:

            - le domande non compilate sull’apposito modulo;

            - le domande prive della firma dell’assegnatario a sottoscrizione della domanda stessa.

            5. Tutte le domande presentate precedentemente e al di fuori del presente bando – e dei criteri in esso contenuti – sono annullate e pertanto prive di qualsiasi validità dalla data di esecutività della graduatoria formata sulla base del presente bando e, qualora gli assegnatari fossero interessati, dovranno presentare una nuova domanda.

 

            4. POSIZIONI GIURIDICHE DERIVANTI DALLA CONCESSIONE DELLA MOBILITÀ

            1. Il presente bando è finalizzato alla formazione di una graduatoria degli aspiranti alla mobilità, ma non comporta l'attribuzione di un diritto soggettivo al conseguimento del beneficio in oggetto, restando in capo all'Ente ogni decisione relativa all'attivazione delle mobilità.

            2. L’effettuazione del cambio è condizionata al rilascio, da parte dell’assegnatario, di una dichiarazione nella quale si impegna, sotto la sua responsabilità, qualora la domanda venga accolta:

a) a trasferirsi nell’alloggio assegnatogli in cambio entro il termine perentorio di 30 (trenta) giorni dalla consegna delle chiavi;

b) ad accettare, per la parte a cui non provveda direttamente, l’addebito delle spese per lavori di tinteggiatura e piccola manutenzione dell’alloggio attualmente occupato, fatto salvo inoltre l’addebito delle spese per eventuali danni arrecati all’alloggio stesso;

c) a considerare il contratto di locazione stipulato per l’alloggio attualmente occupato risolto definitivamente con la consegna delle chiavi dell’alloggi assegnato in cambio;

d) a riconsegnare entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla data di consegna delle chiavi dell’alloggio assegnato in cambio, l’alloggio attualmente occupato, libero da persone e cose;

e) a corrispondere all’Acer di Parma a titolo di liquidazione forfettaria del danno, la somma di di € 300,00 per ogni mese o ulteriore frazione di mese di ritardata consegna dell’alloggio precedentemente occupato rispetto al termine sopraindicato, oltre al canone di  locazione, alle spese e agli oneri accessori;

f) a riconoscere ed accettare la decadenza per un biennio dal diritto alla presentazione della domanda di cambio nel caso di rifiuto ingiustificato del trasferimento in alloggio idoneo alle esigenze del suo nucleo familiare offertogli;

g) ad autorizzare, ai sensi  D. LGS. 196/2003, il trattamento dei propri dati, anche sensibili, prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti.

 

            3. Il cambio alloggio dovrà riguardare l’intero nucleo familiare, che dovrà lasciare completamente libero l’alloggio di provenienza. Qualora ciò non avvenisse, si applicherà quanto disposto dall’art. 34 della L. R. 8 agosto 2001, n. 24 e successive modificazioni ed integrazioni.

 

                                                                                  Il Direttore di ACER PARMA

                                                                                      (dott. Italo Tomaselli)

Data di pubblicazione: 

Lunedì 22 Gennaio 2018

Data di scadenza: 

Mercoledì 28 Febbraio 2018

Tipo Bando: 

Bando

Contratto: 

Generico

Allegato: 

MEZZANI.pdf (56.24 KB - pdf)
SORBOLO.pdf (56.42 KB - pdf)