Avviso di procedura comparativa per il conferimento di incarico medico competente D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

UNIONE BASSA EST PARMENSE

(Provincia di Parma)

Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà n° 1 – Telefono 0521/669611

Fax 0521/669669 (C.A.P. 43058)

sito internet: www.unione.sorbolo-mezzani.pr.it

 

Prot. n.  6193                                                                                   

Sorbolo, li 23.06.2017

 

Avviso di procedura comparativa per il conferimento di incarico medico competente D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Il Responsabile del Servizio Affari Generali

 

PREMESSO:

che ai sensi dell’art 18 , comma 1, let a) del D.lgs 81 del 9 aprile 2008 il datore di lavoro deve provvedere alle nomina del medico competente per la sorveglianza sanitaria dei dipendenti;

CONSIDERATO che l’organico dell’Unione è sprovvisto di figure professionali in grado, per formazione ed esperienza, a sovvenire efficacemente alle menzionate esigenze;

VISTO l’art. 7, commi 6, 6-bis e 6-ter del testo unico recante le norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche approvato con d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, che, nello stabilire i presupposti del conferimento di incarichi di collaborazione, esigono che vi si proceda previo l’espletamento di apposite procedure comparative;

VISTO gli art. 86 e ss del vigente regolamento generale sull’organizzazione degli uffici e dei servizi;

rende noto

 

1. Avviso

E’ indetta procedura comparativa per il conferimento di incarico professionale di medico competente di cui al D.lgs.  9 aprile 2008, nr. 81.

Trattasi di incarico professionale di cui all'art. 7, comma 6, D.Lgs. 165/2001. I contratti disciplinati dal citato art. 7 appartengono alla categoria dei contratti d'opera di cui agli artt. 2222 e seguenti del codice civile nei quali l'opera o il servizio vengono compiuti prevalentemente con il lavoro personale del contraente. L'incaricato svolgerà la propria attività autonomamente senza alcun vincolo di subordinazione nei confronti dell’Unione bassa est parmense, fermi restando i momenti di raccordo con la struttura di riferimento.

2. Oggetto della prestazione

Le prestazioni oggetto dell’incarico consistono nell’adempimento  degli obblighi posti a carico del medico competente ai sensi del citato D.lgs 81/2008, con riferimento all’Unione Bassa Est Parmense ed ai comuni aderenti alla stessa. Si riporta di seguito l’elenco, esemplicativo e non esaustivo,  delle attività dovute in ragione del succitato incarico, per le quali il medico competente:

  1. esegue le visite mediche preventive, volte a constatare l'assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati al fine di valutare la loro idoneità alla mansione;
  2. dispone le visite mediche periodiche, per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica. La periodicità di tali accertamenti, qualora non prevista dalla relativa normativa, viene stabilita, di norma, in una volta l'anno. Tale periodicità può assumere cadenza diversa, stabilita dal professionista in funzione della valutazione del rischio;
  3. effettua le visite mediche su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal professionista correlata ai rischi professionali od alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell'attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;
  4. su richiesta delle lavoratrici effettua le visite al fine della concessione dell’attestazione di cui all’art. 20 del d.lgs. 26 marzo n. 151;
  5. compie gli eventuali accertamenti strumentali e biochimici ritenuti necessari;
  6. esegue le visite mediche in occasione del cambio della mansione, onde verificare l'idoneità dei lavoratori alla mansione specifica;
  7. dispone le visite mediche dei lavoratori all'atto della loro cessazione del rapporto di lavoro, nei casi previsti dalla normativa vigente;
  8. effettua le visite mediche preventive, in fase preassuntiva, ove richiesto dal datore di lavoro;
  9. esegue le visite mediche precedenti alla ripresa del lavoro, a seguito di assenze dei lavoratori per motivi di salute aventi durata superiore ai sessanta giorni continuativi comunicategli dall'ufficio del personale, al fine di verificare la loro idoneità alla mansione;
  10. istituisce, aggiorna e custodisce, sotto la propria responsabilità, una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore sottoposto a sorveglianza sanitaria, con obbligo del segreto professionale;
  11. fornisce informazioni ai lavoratori sul significato della sorveglianza sanitaria cui sono sottoposti e, nel caso di esposizione ad agenti con effetti a lungo termine, sulla necessità di sottoporsi ad accertamenti sanitari anche dopo la cessazione della attività che comporta l'esposizione a tali agenti. Fornisce altresì, a richiesta, informazioni analoghe ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  12. partecipa alla riunione periodica di cui all’art. 35 del d.lgs. 81 del 9 aprile 2008;
  13. in occasione della suddetta riunione, comunica per iscritto ai datori di lavoro, ai responsabili del servizio di prevenzione e  protezione dai rischi ed ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, i risultati anonimi e collettivi della sorveglianza sanitaria effettuata e fornisce indicazioni sul significato di detti risultati ai fini dell’attuazione delle misure per la tutela della salute e dell’integrità psico-fisica dei lavoratori;
  14. visita gli ambienti di lavoro almeno una volta all'anno, o a cadenza diversa che stabilisce in base alla valutazione dei rischi; l’indicazione di una periodicità diversa dall'annuale deve essere comunicata al datore di lavoro ai fini della sua annotazione nel documento di valutazione dei rischi;
  15. entro il primo trimestre dell'anno successivo all'anno di riferimento trasmette, esclusivamente per via telematica, ai servizi competenti per territorio le informazioni, elaborate evidenziando le differenze di genere, relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria;
  16. cura i rapporti con l'organo di vigilanza;
  17. informa gli addetti sull'obbligo di impiego dei mezzi di protezione;
  18. denuncia all'istituto di assicurazione e all'organo di vigilanza le malattie professionali sospette o accertate;
  19. provvede a quant’altro commessogli dalle norme vigenti.

Le visite mediche di cui ai numeri da 1) a 9) comprendono gli esami clinici e biologici e le indagini diagnostiche mirati al rischio ritenuti necessari dal medico competente. Nei casi ed alle condizioni previste dall'ordinamento, le visite di cui ai numeri 1), 2), 4), 7) e 8) sono altresì finalizzate alla verifica di assenza di condizioni di alcol dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti. Il professionista, sulla base delle risultanze delle visite mediche effettuate:

- esprime per iscritto, dandone copia al lavoratore e al datore di lavoro, il proprio giudizio di idoneità, tra quelli previsti dalla legge, in relazione alla mansione specifica;

- si attiene alle disposizioni attuative del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81, come modificato dal d.lgs. del 3 agosto 2009 n. 106, facendo particolare riferimento al D.M. interministeriale 12 luglio 2007, n. 155.

Le visite di cui ai numeri da 1) a 9) si svolgeranno presso le sedi dei comuni aderenti all’Unione  in locali messi a disposizione dagli stessi.  I suddetti accertamenti,  fatta eccezione per le visite di cui al punto 2, che verranno programmati in accordo con l’amministrazione nominante, dovranno essere eseguiti dal medico nel minor tempo possibile e, comunque, non oltre i 5 giorni dalla richiesta effettuata dall’Unione.

Si precisa che il personale dipendente dai comuni aderenti all’unione, verso il quale dovrà essere effettuata la sorveglianza sanitaria, ascende a circa 110 unità.

3. Requisiti per la partecipazione

Gli aspiranti devono possedere i requisiti di cui all’art. 38 del D.lgs n. 81 del 9 aprile 2008. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente avviso.

Possono partecipare alla selezione, purché in possesso dei requisiti richiesti:

-liberi professionisti singoli od associati in conformità alle vigenti norme di legge;

-società di medici professionisti;

-soggetti fornitori di servizi sanitari.

Ai fini che precedono i soggetti indicati ove in associazione, in società, ovvero soggetti fornitori di servizi sanitari devono indicare nella domanda di partecipazione alla selezione le generalità del professionista che assumerà l’incarico. La valutazione dei titoli e l’assegnazione del punteggio verrà fatta sulla base dei requisiti professionali di quest’ultimo. Una volta nominato, il professionista non potrà essere sostituito da altri. In caso associazione, società ovvero soggetti fornitori di servizi sanitari è ammesso, per brevi periodi di assenza o impedimento del professionista incaricato e previo accordo con l’Unione bassa est parmense, provvedere alle prestazioni attraverso un sostituto in possesso dei requisiti richiesti.

4. durata incarico

L’incarico avrà durata dal 12 luglio 2017 al 12 luglio 2020 e comunque sino al conferimento di nuovo incarico.

L’incarico potrà essere revocato sia nelle ipotesi previste dal codice civile che per inottemperanza agli adempimenti previsti dalla normativa vigente da parte del medico competente, nonché per l’inosservanza delle prescrizioni contenute nel contratto di incarico professionale.

L’Unione bassa est parmense e il professionista possono recedere entrambi dal contratto prima della scadenza del termine con apposita comunicazione scritta da presentare alla controparte con preavviso di almeno 60 giorni.

L’Unione bassa est parmense si riserva, ai sensi dell’art. 1373 del c.c., la facoltà di recesso unilaterale anticipato in relazione a disposizioni attuative della norma vigente in materia di modifica dell’assetto istituzionale e delle funzioni dell’ente entro il periodo di efficacia del contratto.

 

5. compenso

Il compenso per lo svolgimento dell’incarico non potrà essere superiore ad euro 3.498,00 lordi, per ciascun anno solare, da ritenersi onnicomprensivo, a copertura di tutti gli oneri sostenuti dal soggetto individuato per il corretto svolgimento dell’incarico, ivi comprese le spese di viaggio.  Il compenso, oggetto di offerta unicamente a ribasso, è da intendersi al lordo di eventuali contributi alle casse previdenziali professionali e dell’IVA, ove applicabili.

 

6. termini presentazione domanda

Gli aspiranti al conferimento dell’incarico oggetto della procedura comparativa sono tenuti a presentare domanda, debitamente sottoscritta, redatta in carta semplice sulla falsariga del modello allegato, indirizzandola all’Unione bassa est parmense, presso la sua sede amministrativa sita in Via del Donatore 2, codice di avviamento postale 43058, in Sorbolo capoluogo. La domanda e la documentazione annessa dovrà pervenire all’ufficio protocollo, inderogabilmente, entro e non oltre le ore 13.00 del 10 luglio 2017. Saranno quindi escluse le domande pervenute oltre tale termine anche se spedite prima della data di scadenza. Non farà fede il timbro a data dell’ufficio postale di spedizione. Farà fede la segnatura apposta dall’Ufficio Protocollo. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove per qualsiasi motivo non giunga a destinazione entro il 10 luglio 2017. E’ ammessa consegna anche a mani.

La domanda dovrà pervenire in busta chiusa, sigillata controfirmata sui lembi di chiusura e recare esternamente la dicitura “procedura comparativa per il conferimento di incarico medico competente D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81”.

La domanda deve essere corredata da:

a) fotocopia, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità;

b) curriculum professionale contenente una dettagliata descrizione degli studi compiuti, degli incarichi svolti, con indicazione della durata (inizio e termine) e del numero di dipendenti dei soggetti conferenti l’incarico stesso, di corsi di formazione effettuati e dell’esperienza acquisita in ambiti attinenti alle prestazioni oggetto dell’incarico.

c) proposta economica: budget richiesto da inserire in plico separato e sigillato ed in diminuzione (in termini di ribasso percentuale) rispetto all'importo complessivo ed omnicomprensivo di € 3.498,00 lordi per ciascun anno solare, redatto secondo lo schema allegato al presente avviso (All. B) in bollo da € 16,00; non sono ammesse offerte a rialzo.

7. criteri di valutazione

Le domande pervenute saranno sottoposte a valutazione da parte di apposita commissione che sarà costituita ai sensi dell’art. 89, comma 5, del regolamento generale sul funzionamento degli uffici e dei servizi. L’incarico sarà affidato all’aspirante che otterrà il punteggio più alto sommando i punteggi ottenuti nei requisiti di seguito indicati e dell’offerta economica:

a) Requisiti Lavorativi max 70 punti

Verranno attribuiti:

  • 0,5 punti per gli incarichi di durata inferiore ad un anno conferiti da pubbliche amministrazioni;
  • 1 punto per ogni anno di incarico svolto presso pubbliche amministrazioni con meno di 50 dipendenti;
  • 2 punti per ogni anno di incarico svolto presso pubbliche amministrazioni con più di 50 dipendenti;

I punti sopra indicati saranno ridotti del 50% per incarichi conferiti da soggetti privati;

Qualora nel curriculum non venga evidenziato il numero di dipendenti del soggetto conferente (inferiore o superiore a 50 unità),  verranno attribuiti i punteggi relativi a soggetti con meno di 50 dipendenti; 

Qualora non sia possibile determinare con precisione le date di inizio e termine degli incarichi, queste verranno considerate come ricadenti nel corso dell’anno indicato;

b) Requisiti Formativi max 10 punti

Verranno attribuiti:

- 1 punto per il superamento di corsi di formazione con esame finale relativi a materie pertinenti all’attività del presente incarico;

Non concorreranno alla formazione del punteggio corsi di formazione che non hanno previsto un esame finale;

Se non sarà diversamente ed espressamente indicato nel curriculum i corsi elencati verranno considerati senza esame finale.

c) Offerta economica (max 20 punti)

Contenuto dell'offerta economica valutata in ribasso rispetto all'importo indicato al precedente punto 5. Il punteggio verrà assegnato secondo la seguente formula:

 Vi = Ri/Rmax x 20

con Vi = punteggio attribuito al concorrente, Ri = ribasso percentuale del concorrente, Rmax = ribasso percentuale massimo.

 

8. nomina

Questo ente si riserva la facoltà di conferire l’incarico anche in presenza di una sola candidatura, purché giudicata meritevole, così come di soprassedervi in esito alle proprie autonome valutazioni.

L’esito della suddetta procedura sarà reso noto ai candidati nelle stesse modalità di pubblicazione del presente avviso.

 

9. trattamento dei dati personali

I dati personali relativi ai soggetti partecipanti alla selezione saranno oggetto di trattamento, con o senza ausilio di mezzi elettronici, limitatamente e per il tempo necessario agli adempimenti relativi alla presente procedura (Codice in materia di protezione dei dati personali). Titolare del trattamento è l’Unione bassa est parmense. Si fa rinvio agli articoli 7 e 13 del D. Lgs. 196/2003 circa i diritti degli interessati alla riservatezza dei dati.

Si applicano le disposizioni recate dal D.P.R. 12 aprile 2006, n.184.

10. pubblicazione

Il presente avviso di selezione e lo schema di domanda di partecipazione sono pubblicati all’albo pretorio e sul proprio profilo di committente, all’indirizzo internet www.unione.bassaestparmense.pr.it

Informazioni in ordine alla presente procedura potranno essere acquisite contattando l'Ufficio Personale (tel. 0521/669.620-606)

 

Il Responsabile del Servizio Affari Generali

Dr. Francesco Bubbico 

                                                                         

 

 

 

 

 

 

 

Data di pubblicazione: 

Venerdì 23 Giugno 2017

Data di scadenza: 

Lunedì 10 Luglio 2017

Tipo Bando: 

Bando

Contratto: 

Generico